Come visitare la gola di Vikos – il Grand Canyon della Grecia

0
2890

Cime innevate, gole vertiginose, fiumi cristallini: una inaspettata Grecia prospera sui sentieri dell’Epiro, nel nord-ovest del paese. Qui vi si presenta il Parco Nazionale del Pindo settentrionale, un dipinto accattivante di una natura selvaggia e intatta, completato dai suoi villaggi di montagna, perle storiche in pieno rinnovamento.

Il parco nazionale si trova a nord della città di Ioannina, nella regione di Zagoria ed è il più grande parco nazionale della Grecia continentale, con una superficie di 2.000 km2. La sua area centrale, nonché attrazione principale, è costituita dalla gola di Vikos, maestosa bellezza che affascina in una posizione mozzafiato.

Acquista un polizza viaggio per viaggiare in sicurezza

La Gola di Vikos

Questa gola è un fenomeno geologico unico, una fessura nella terra che sembra creata da una mano divina. Con una lunghezza di 20 km, profondità 900 metri (in alcuni punti più di 1.000) e larghezza di circa 1.000 metri, è senza dubbio un monumento impressionante della natura.

Vikos è elencata nel Guinness Book of Records come la gola con la più piccola apertura, solo 1.100 m nella sua parte più stretta, e nello stesso tempo per la sua profondità che supera i 900 m.

La gola di Vikos si trova nella zona centrale del Parco Nazionale Vikos-Aoös, nella regione di Zagoria. Inizia tra i villaggi di Monodendri e Koukouli e termina vicino al villaggio di Vikos (o Vitsiko).

La gola è stata scavata per milioni di anni dal fiume Voïdomatis, un affluente del fiume Aoos, che con le sue affascinanti sfumature di verde e blu, e l’acqua cristallina ti fa venire voglia di immergerti.

Il Voïdomatis è considerato uno dei fiumi più puri d’Europa e … il più freddo, con i suoi 9° C, sia in inverno che in estate. La sezione principale di Voidomatis è solo stagionale ed è permanente solo nella parte più bassa della gola.

Vikos è anche un sito di grande interesse scientifico, perché è in condizioni quasi vergini, serve come rifugio per le specie in via di estinzione e contiene numerosi e diversi ecosistemi. Il sito è ricco di flora e fauna, ci sono particolari 110 specie diverse di uccelli, farfalle rare, anfibi e serpenti!

Il paesaggio della gola presenta un rilievo variegato, caratterizzato da improvvisi cambiamenti altitudinali. Pendenze ripide e precipizi rocciosi dominano rispettivamente nelle zone medie e superiori. La sua discesa e l’attraversamento del canyon sono un’esperienza di vita, mentre per i meno avventurosi ci sono sentieri escursionistici che ti avvicinano a questa natura unica.

L’intera area circostante offre ai visitatori l’opportunità di incontrare dozzine di monumenti naturali, ponti e villaggi tradizionali con persone molto ospitali. Varie parti della regione, come Oxia, offrono una vista panoramica della gola che è mozzafiato.

Oggi, le gole permettono di entrare in diversi villaggi affascinanti come Vikos, Aristi, Macro Papingo, Kipi dopo un percorso a piedi … Il percorso è indicato dalla piazza centrale di Monodendri e scende per circa 40 minuti fino ad un incrocio. Girando a destra si raggiunge Kipi (1 ora), e girando a sinistra, si muove verso Vikos (4 ore e mezza), o Aristi Mikro Papingo (7 ore).

Come arrivare alla Gola di Vikos

La gola di Vikos è nascosta in un angolo remoto della Grecia, nella regione montuosa dell’Epiro. Le tre città che circondano la gola sono Monodendri, Vikos e Papingo. Papingo è ulteriormente divisa in Megalo e Mikro Papingo, che si traduce approssimativamente in “maggiore” e “minore” Papingo.

Ad eccezione di Monodendri, nessuna di queste aree è di facile accesso. Arrivare qui probabilmente è più impegnativo che fare l’escursione. Di gran lunga il modo più semplice per accedere a Zagoria è in auto. Ci sono diverse opzioni di noleggio auto e moto a Ioannina.

Arrivare a Ioannina

Ionanina è una città greca piuttosto grande con una popolazione di 60.000 persone. Tuttavia, dato che è nascosta in un angolo, può essere ancora difficile da raggiungere. È a 5 ore in auto o a 6-7 ore in autobus da Atene.

Può essere raggiunta anche da Salonicco (260 km) oppure da Igoumenitsa (100 km). L’opzione migliore è in realtà arrivare in aereo con la compagnia aerea Aegean. Prenotando in anticipo si possono ottenere tariffe aeree abbastanza economiche.

Arrivare a Monodendri / Papingo (inizio e arrivo della gola di Vikos)

Da Ionnina gli autobus per Zagoria non sono molto frequenti. Monodendri è l’unica città che viene regolarmente servita da un autobus ed è il punto di partenza meridionale per la gola di Vikos. Gli autobus viaggiano solo da lunedì a venerdì con una corsa che parte alle 05:30 e un’altra al 13:35.

C’è un autobus per Papingo (l’estremità settentrionale della gola) ma questo funziona solo il martedì. Dunque pianificare un viaggio, senza un’auto privata, non è certo facile.

Girare per Zagoria

Essenzialmente ci sono due modi per muoversi a Zagoria: in taxi e a piedi. La gola di Vikos è un modo economico per raggiungere Papingo da Monodendri.

C’è un solo servizio taxi ufficiale a Monodendri e praticamente qualsiasi ristorante può fornire il numero di telefono. Tuttavia, molti proprietari di ristoranti e hotel ti possono portare verso le tue destinazioni preferite con i loro veicoli e la tariffa è spesso più economica del prezzo del taxi.

Poi vale la pena notare che la passeggiata stessa (per chi se la sente) è un modo efficace per andare da Monodendri a Vikos e ai villaggi Papingo.

Quando visitare la Gola di Vikos

Il clima a Zagoria è continentale mediterraneo, con una media di 100 giorni di sole nel periodo maggio-settembre. È influenzato dalla catena montuosa del Pindo, la primavera e l’autunno sono piacevoli con notti fresche e piogge occasionali.

A seconda della posizione e dell’altitudine le temperature variano, ma generalmente, nel periodo maggio-settembre, le medie giornaliere sono tra 15-25° C. Le temperature estive diurne raramente sono troppo calde, anche se possono talvolta raggiungere i 30° C. Le notti estive sono piuttosto fresche e piacevoli.

Gola di Vikos in Grecia – Foto di Antonios Ntoumas da Pixabay

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here