Come Visitare il Palazzo di Cnosso a Creta: Orari, Prezzi e Come Arrivare

1
30

Il Palazzo di Cnosso è uno dei siti archeologici più affascinanti di Creta e una delle attrazioni più significative della civiltà minoica. Situato a pochi chilometri a sud di Heraklion, questo complesso palaziale è un testimone silenzioso di una delle civiltà più antiche e misteriose del Mediterraneo. Visitare il Palazzo di Cnosso è come fare un tuffo nel passato, un’esperienza che vi porterà indietro di oltre 3.500 anni, nel cuore della mitologia e della storia antica.

La Storia del Palazzo di Cnosso

Il Palazzo di Cnosso, situato vicino all’odierna Heraklion, è il più grande e significativo sito archeologico dell’isola di Creta. Questo complesso monumentale è stato il cuore della civiltà minoica, che ha prosperato durante l’età del bronzo, tra il 2000 e il 1400 a.C. La sua storia è tanto affascinante quanto complessa, intrecciata con miti leggendari e scoperte archeologiche rivoluzionarie.

Origini e Sviluppo

I primi insediamenti sul sito risalgono al Neolitico, ma il palazzo vero e proprio iniziò a prendere forma intorno al 2000 a.C., durante il periodo chiamato “Minoico Antico”. Questo primo palazzo fu probabilmente distrutto da un terremoto intorno al 1700 a.C., ma fu rapidamente ricostruito in una forma ancora più grandiosa. Durante il periodo “Minoico Medio” e “Minoico Tardo”, il palazzo raggiunse il suo massimo splendore. La ricostruzione non solo ampliò il complesso, ma introdusse innovazioni architettoniche che lo resero un capolavoro dell’ingegneria antica.

Caratteristiche Architettoniche

Il palazzo era un intricato labirinto di stanze, cortili, magazzini e sale cerimoniali, distribuite su diversi livelli collegati da scalinate. L’uso innovativo della pietra, del legno e dell’intonaco, combinato con avanzati sistemi di drenaggio e ventilazione, dimostra un elevato grado di competenza ingegneristica. La struttura era progettata per servire non solo come residenza reale, ma anche come centro amministrativo e religioso.

Il Ruolo Culturale e Religioso

Cnosso non era solo il centro politico di Creta, ma anche un importante centro religioso. Gli affreschi trovati sulle pareti del palazzo raffigurano processioni religiose, cerimonie sacre e simboli della religione minoica, come il toro e la doppia ascia, nota come labrys. Il palazzo ospitava anche il culto della Dea Madre, una divinità centrale nella religione minoica.

La Leggenda del Minotauro

Secondo la mitologia greca, Cnosso è legato alla leggenda del Minotauro, una creatura metà uomo e metà toro. Il re Minosse, sovrano di Creta, avrebbe ordinato all’architetto Dedalo di costruire un labirinto per imprigionare il Minotauro. Ogni nove anni, sette giovani e sette fanciulle venivano inviati da Atene come tributo al Minotauro. Questa terribile pratica continuò finché Teseo, figlio del re di Atene, uccise il Minotauro con l’aiuto di Arianna, figlia di Minosse, che gli fornì un filo per ritrovare la via d’uscita dal labirinto.

Declino e Abbandono

Intorno al 1450 a.C., Cnosso subì una devastazione ad opera dei Micenei, una popolazione proveniente dal Peloponneso, come attestato dai testi in Lineare B ritrovati nel palazzo. La sua importanza come centro politico e religioso diminuì notevolmente. Infine, intorno al 1300 a.C., il sito fu definitivamente abbandonato, probabilmente a causa di una combinazione di disastri naturali e invasioni da parte di popoli vicini.

La Scoperta Moderna

Il Palazzo di Cnosso rimase nascosto sotto terra per secoli, fino a quando l’archeologo britannico Sir Arthur Evans iniziò gli scavi nel 1900. Evans, affascinato dai miti e dalle leggende di Creta, scoprì i resti del palazzo e dedicò gran parte della sua vita a riportarlo alla luce. I suoi scavi rivelarono non solo l’imponente architettura del palazzo, ma anche numerosi artefatti che offrirono uno sguardo senza precedenti sulla civiltà minoica.

Controversie e Conservazione

Gli scavi di Evans non sono stati esenti da controversie. Egli effettuò numerose ricostruzioni del palazzo utilizzando materiali moderni, come il cemento, per dare ai visitatori un’idea di come doveva apparire il palazzo nell’antichità. Questi interventi, sebbene utili per la comprensione del sito, sono stati criticati da alcuni archeologi per aver alterato l’autenticità delle rovine. Tuttavia, gli sforzi di conservazione continuano, con l’obiettivo di preservare questo tesoro storico per le future generazioni.

Palazzo di Cnosso: Cosa Vedere

Il Palazzo di Cnosso era il fulcro politico, religioso ed economico dell’impero marittimo minoico. Esteso su una superficie di 22.000 m², il palazzo si sviluppava su più piani ed era caratterizzato da una pianta complessa e intricata. Si stima che potesse ospitare fino a 12.000 persone e comprendeva circa 1.300 stanze. Al suo interno, vi erano sale dedicate al culto e ai ricevimenti, nonché gli alloggi del re, della regina e dei funzionari amministrativi.

La Sala del Trono è uno dei punti salienti del palazzo. In questa stanza, potrete vedere il trono in gesso del re Minosse, circondato da affreschi che rappresentano grifoni, creature mitologiche che simboleggiano il potere reale. Questa sala, utilizzata probabilmente per cerimonie religiose e incontri politici, è uno dei luoghi meglio conservati del sito.

Il Cortile Centrale era il cuore del palazzo, utilizzato per attività pubbliche, cerimonie e feste. Qui, si tenevano anche gare di taurocatapsia, un antico sport minoico in cui gli atleti si esibivano in acrobazie sui tori.

Gli Appartamenti Reali offrono uno sguardo sulla vita privata della famiglia reale minoica. Queste stanze, riccamente decorate con affreschi che rappresentano scene di vita quotidiana, flora e fauna, mostrano l’eleganza e la raffinatezza della cultura minoica.

Tra le meraviglie del Palazzo di Cnosso, la Sala da Bagno della Regina è una delle più affascinanti. Situata negli appartamenti reali, questa stanza rappresenta un’affascinante testimonianza dello stile di vita e dei riti quotidiani dei Minoici. È dotata di un elaborato sistema di drenaggio e di una vasca da bagno in terracotta mentre le pareti sono decorate con affreschi che rappresentano scene marine. La sua bellezza e il suo sofisticato sistema di canalizzazione la rendono un esempio emblematico del livello di ingegneria e tecnologia raggiunto da questa antica civiltà.

Il Magazzino Occidentale è un altro luogo affascinante del palazzo. Qui, sono state trovate grandi giare di terracotta, chiamate pithoi, utilizzate per conservare olio, vino e grano. Questa area del palazzo rivela l’importanza del commercio e della gestione delle risorse nella società minoica.

Una delle caratteristiche più sorprendenti del Palazzo di Cnosso sono i suoi affreschi. Questi dipinti murali, straordinariamente ben conservati, offrono una finestra sulla vita, le credenze e l’estetica dei minoici.

Il famoso “Principe dei Gigli”, rappresenta un giovane adornato con fiori, simbolo di primavera e rinascita. La “Parigina”, un altro affresco celebre, mostra una donna con capelli ricci e labbra rosse, evidenziando l’attenzione dei minoici per la moda e la bellezza.

La “Taurocatapsia” è uno degli affreschi più iconici, raffigurante atleti che eseguono acrobazie sui tori. Questo affresco non solo mostra la destrezza e il coraggio degli atleti minoici, ma suggerisce anche l’importanza religiosa e culturale del toro nella società minoica.

Museo Archeologico di Heraklion

Per vivere un’esperienza completa, si può visitare anche il Museo Archeologico di Heraklion per vedere altri manufatti rinvenuti nel palazzo. Si tratta di uno dei più importanti musei della Grecia e del Mediterraneo orientale. Situato nel cuore della città di Heraklion, ospita la più vasta e completa collezione di artefatti della civiltà minoica al mondo.

Le collezioni del museo coprono un periodo che va dal Neolitico all’epoca romana, con un’attenzione particolare alla civiltà minoica. Tra i pezzi più significativi, troviamo:

  • Il Disco di Festo, un misterioso manufatto in argilla con simboli impressi che non sono ancora stati completamente decifrati.
  • La Dea dei Serpenti, una statuetta raffigurante una figura femminile che tiene due serpenti, simbolo di fertilità e culto religioso.
  • Gli affreschi di Cnosso, che includono opere famose come il “Principe dei Gigli” e scene di taurocatapsia.
  • Le ceramiche Kamares, note per i loro disegni intricati e colorati.
  • La collezione di gioielli e sigilli, che mostra la maestria degli artigiani minoici.

Come Organizzare la Visita

Per visitare il Palazzo di Cnosso, è consigliabile dedicare almeno mezza giornata.

Orari di Apertura

Il Palazzo di Cnosso è aperto ai visitatori tutto l’anno, con orari che variano a seconda della stagione:

  • Dal 1 aprile al 31 agosto 08:00 – 20:00
  • Dal 1 al 15 settembre 08:00 – 19:30
  • Dal 16 al 30 settembre 08:00 – 19:00
  • Dal 1 al 15 ottobre 08:00 – 18:30
  • Dal 16 al 31 ottobre 08:00 – 18:00
  • Dal 1 novembre al 31 marzo 08:30 – 17:00

L’ultimo ingresso è 30 minuti prima dell’orario di chiusura del sito. È consigliabile controllare gli orari aggiornati sul sito ufficiale del Ministero della Cultura e dello Sport della Grecia, poiché possono subire variazioni durante le festività o per esigenze di manutenzione.

Prezzi dei Biglietti per il Palazzo di Cnosso

Il costo dei biglietti per visitare il Palazzo di Cnosso è il seguente:

  • Biglietto intero: 15,00€.
  • Biglietto ridotto: 8,00€, disponibile per i giovani (6-25 anni) provenienti da paesi non appartenenti all’UE e per visitatori sopra i 65 anni di età provenienti da paesi dell’UE.

L’ingresso è gratuito per:

  • Bambini e giovani fino a 25 anni, provenienti da Stati membri dell’UE.
  • Bambini fino a 5 anni, provenienti da Paesi che non fanno parte dell’UE.
  • Persone di età superiore ai 25 anni, che frequentano l’istruzione secondaria e le scuole professionali degli Stati membri dell’UE e dei paesi dello Spazio Economico Europeo.

Acquistare i biglietti in anticipo può risparmiarvi lunghe code. È possibile acquistare un biglietto combinato che include l’ingresso al Palazzo di Cnosso e al Museo Archeologico di Heraklion, dove sono esposti molti dei reperti trovati nel palazzo.

Come Arrivare al Palazzo di Cnosso

Il Palazzo di Cnosso si trova a circa 5 km a sud di Heraklion, ed è facilmente raggiungibile con vari mezzi di trasporto.

In Auto

Se noleggiate un’auto, il percorso da Heraklion è semplice e ben segnalato. Prendete la strada principale che porta fuori dalla città verso sud e seguite le indicazioni per Knossos. C’è un ampio parcheggio disponibile vicino all’ingresso del sito archeologico.

Scopri le tariffee noleggia un’auto per visitare il Palazzo di Cnosso

In Autobus

Da Heraklion, è possibile prendere un autobus pubblico che parte frequentemente dalla stazione centrale degli autobus (il bus n.2). Il viaggio dura circa 20 minuti e vi porterà direttamente all’ingresso del Palazzo di Cnosso. Gli autobus sono numerati e ben identificabili.

In Taxi

Un’altra opzione comoda è prendere un taxi da Heraklion. Il tragitto è breve e relativamente economico. Assicuratevi di concordare il prezzo con l’autista prima di partire o di chiedere di usare il tassametro.

In Bicicletta

Per i più avventurosi, è possibile raggiungere il sito in bicicletta. La distanza non è eccessiva e la strada è abbastanza pianeggiante. Tuttavia, tenete presente che durante l’estate le temperature possono essere elevate, quindi portate acqua e protezione solare.

Scopri la disponibilità e prenota un alloggio nei dintorni del Palazzo di Cnosso

Informazioni e consigli Utili

  • Indossate abiti comodi e scarpe adatte per camminare su terreni irregolari.
  • Nel sito non sono ammessi animali domestici (a parte i cani guida).
  • Vicino all’ingresso troverete un punto ristoro e i servizi igienici.
  • Il sito è ampio e c’è poca ombra, quindi non dimenticate cappello, occhiali da sole, crema solare e una bottiglia d’acqua, soprattutto durante i mesi estivi.
  • Per i visitatori con disabilità sono disponibili servizi quali parcheggio e servizi igienici. La maggior parte del sito è accessibile, ma non tutto.
  • Utilizzate una guida turistica o un’audioguida per arricchire la vostra visita con informazioni dettagliate sulla storia e l’architettura del palazzo.

Visitare il Palazzo di Cnosso è un’esperienza imperdibile per chiunque si rechi a Creta. Questo sito archeologico non solo offre uno sguardo affascinante sulla civiltà minoica, ma anche un’opportunità unica di camminare attraverso le pagine della mitologia greca. Con le sue strutture maestose, i suoi affreschi vivaci e la sua storia ricca di leggende, il Palazzo di Cnosso continua a incantare i visitatori di tutto il mondo, portandoli indietro nel tempo fino all’alba della civiltà europea.

vedere-a-creta-palazzo-di-cnosso

1 COMMENT

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here