Meteora – Come visitare i suoi monasteri spettacolari

3
1389

Meteora è dei posti più incredibili della Grecia, se non del mondo. Ciò che rende Meteora un luogo cosi spettacolare sono i suoi monasteri arroccati in cima a enormi pilastri monolitici che si stagliano contro il cielo. In questo luogo remoto, nel cuore di Tessaglia, sulle montagne della Grecia, natura e fede si uniscono in un legame perfetto.

I monasteri costruiti sui pinnacoli di roccia sono davvero uno spettacolo meraviglioso che lascia senza parole. Possiamo individuare le prime tracce della loro storia dal 11° secolo quando i primi eremiti si stabilirono lì. Anche se oggi sono rimasti solo sei di loro, questi monasteri formano la seconda comunità monastica in Grecia, dopo il Monte Athos.



Le rocce stesse sono impressionanti, miracoli della natura che sorgono dalle pianure della Tessaglia, a poche miglia a nord-ovest di Kalambaka. Gli studi suggeriscono che queste rocce si sono formate 60 milioni di anni fa, quando le intemperie e i terremoti hanno dato loro la forma attuale. Oggigiorno queste pareti rocciose sono visitabili e sono scalate da professionisti e dilettanti alla ricerca di una sfida.

Classificati dall’UNESCO come un fenomeno unico di patrimonio culturale i monasteri formano una delle stazioni più importanti della mappa culturale della Grecia. Oggi sono visitati da migliaia di turisti che vengono a Meteora da tutto il mondo, specialmente in occasioni religiose, come Pasqua o Natale.




 

La storia dei monasteri di Meteora

L’area di Meteora fu originariamente colonizzata da eremiti che vivevano in caverne all’interno delle rocce intorno al XI secolo. Ma durante un’epoca di occupazione turca, di brigantaggio e illegalità, la vita diventò sempre più insicura obbligando i monaci a salire sempre più in alto sulla parete rocciosa.

Ed è li, sulle vette inaccessibili che iniziarono a vivere e a costruire i primi monasteri, portando in cima il materiale e le persone con scale e cestini. Questo è stato anche l’unico modo in cui si potevano raggiungere i monasteri fino agli anni ’20. Oggi invece ci sono strade, sentieri e scalini per arrivare e salire a Meteora. Troverete ancora esempi di questi cesti che vengono utilizzati per aumentare le provviste.

meteora, grecia, tessalia

Meteora, tuttavia, fiorì come centro monastico tra il 13 ° e il 14 ° secolo, poiché molte persone che vivevano nelle zone vicine abbracciarono il modo di vivere monastico. I monasteri attirarono non solo i profondamente religiosi, ma anche filosofi, poeti, pittori e pensatori della Grecia.

I monasteri di Meteora

 

Agia Triada o Santa Trinità 

Fu fondato dal monaco Dometio nel XV secolo e fu il monastero utilizzato per il film di James Bond “Solo per i tuoi occhi”. E’ decorato con pitture murali del 18 ° secolo dai fratelli Antonios e Nikolaos. Per arrivare al monastero si sale su 150 gradini scavati nella roccia, oltre la chiesa di San Giovanni Battista con i suoi dipinti murali del 1682. Il monastero è aperto dalle 9:00 alle 13:00 tutti i giorni tranne il giovedì.

Il monastero di Varlaam

Fondato nel 1517 è il secondo monastero per grandezza e si trova a circa 700 metri dal monastero principale. Il monastero di Varlaam ospita un’importante collezione di reliquie, croci in legno finemente intagliate, icone, epitaffi ricamati e molto altro. Contiene anche affreschi del noto iconografo post bizantino Frangos Kastellanos. Il monastero è aperto dalle 9:00 alle 13:00 e poi dalle 15:30 alle 18:00. È chiuso il venerdì.




Il monastero di Agios Nikolaos 

Il ‘Katholikon’ dedicato a San Nicola, è una chiesa a navata unica con una piccola cupola, costruita all’inizio del XVI secolo. Fu decorato dal pittore cretese Teofanis Strelitzas o Bathas, nel 1527. Questo monastero è aperto tutti i giorni dalle 9:00 alle 18:00. Si può raggiungere facilmente dal villaggio di Kastraki (il villaggio si trova a soli 2 km dalle scalette che portano al monastero).

Il Monastero Agias Varvaras Rousanou

Fu fondato nel 1545 da Joasaph e Maximos, due fratelli dell’Epiro che lo costruirono sulle rovine di una chiesa ancora più antica. Per arrivare a questo monastero si attraversa un piccolo ponte da un altro picco. La chiesa contiene straordinari dipinti murali, iconostasi in legno e stand di icone. Il monastero è aperto dalle 9:00 alle 13:00 e poi dalle 15:30 alle 18:00. È chiuso il mercoledì.




Megalou Meteorou Metamorphisis

La prima chiesa della Trasfigurazione è il più conosciuto dei monasteri ed è costruito sulla roccia più alta, 613 metri. E’ stato fondato da Sant’Atanasio delle Meteore, una delle figure più note del monachesimo ortodosso. I lavori furono iniziati prima del 1382 e successivamente completati dal monaco Joasaph.

Poiché l’imperatore serbo Symeon Uros ha dato al monastero tutta la sua ricchezza diventando un monaco, il monastero divenne il più ricco e il più potente di tutti i monasteri. Oggi contiene alcuni dei più bei dipinti artistici e murali bizantini che si possono trovare in Grecia. Il katholikon ha una cupola a dodici lati, alta 24 metri con una sorprendente serie di affreschi di Teofane che descrivono la persecuzione dei cristiani da parte dei romani. Il monastero è aperto dalle 9:00 alle 13:00 e dalle 15:00 alle 18:00. È chiuso il martedì e il mercoledì.

Il Monastero di Agios Stefanos

E’ l’unico convento di Meteora e da qui si gode una vista senza ostacoli della pianura verso Kalambaka. Non è noto quando fu costruita la vecchia chiesa, ma l’attuale katholikon dedicato a San Haralabos fu costruito nel 1798. Il teschio del santo, che è stato donato alle suore in dono dal principe Vladislav di Valacchia, è custodito qui. Si trova a soli 1.5 km da Agia Triada ma si può raggiungere più facilmente; il monastero è collegato alla strada principale da un ponticello. E’ aperto tutti i giorni dalle 9:00 alle 13:00 e dalle 15:00 alle 17:00.



 

Informazioni generali

Originariamente, i monaci costruirono un totale di 24 monasteri. Di questi 24 edifici, solo 6 sono ancora funzionanti e aperti al pubblico.

Tutti i monasteri, ad eccezione di Agios Stefanos, sono accessibili grazie a una serie di gradini scavati nella roccia durante gli anni ’20. I gradini siano grandi, bassi e ben fatti, in modo da non rappresentare una minaccia per turisti e visitatori.

I parcheggi sono gratuiti e il biglietto d’ingresso per ogni monastero costa 3 euro a persona.

Ci sono due modi per raggiungere Meteora, il primo è attraverso Kalambaka e il secondo è passare la città di Kalambaka ed entrare a Meteora attraverso il villaggio di Kastraki. Quest’ultima è la strada più impressionante da percorrere.

Per entrarci è necessario avere un abbigliamento adeguato. Tutti con le spalle coperte, gli uomini non dovrebbero indossare pantaloncini mentre le donne dovrebbero indossare solo gonne lunghe. Ecco perché in tutti i monasteri alle donne viene data una gonna lunga da indossare prima di entrare.

Per quanto riguarda gli orari di apertura, è possibile trovare informazioni dettagliate sul sito web di Visit Meteora.

 

Dove alloggiare a Meteora

Le due città più vicine a Meteora sono Kalambaka e Kastraki e questi sono dove la maggior parte della gente rimane.

Il nome Kalambaka deriva dalla parola turca Kalembak che significa bellissima fortezza. In questa città merita una visita la Cattedrale, una basilica a tre navate costruita ai tempi di Giustiniano e ricostruita nel 1309. La città stessa è stata distrutta dai tedeschi nella seconda guerra mondiale, quindi è piuttosto moderna. Nelle vicinanze si trova Theopetra, una grotta abitata dal Paleolitico.

Vedi Alberghi a Kalambaka

Il villaggio di Kastraki all’ombra delle rocce di Meteora è una destinazione popolare per gli scalatori che possono uscire dalla porta del loro hotel e arrampicarsi in pochi minuti. A causa della popolarità di Meteora questa piccola città può diventare piuttosto affollata in estate.

Vedi Alberghi a Kastraki

 

Come visitare Meteora

Esplorare Meteora è molto semplice. Se hai scelto un’auto a noleggio, hai la possibilità di visitare ogni singolo monastero a Meteora percorrendo la strada lunga 15 km che si intreccia tra i pinnacoli rocciosi. Si tratta della strada che parte da Kalambaka, attraversa Kastraki e raggiunge ogni monastero, prima di riconnettersi alla strada principale che porta al centro della città.

In alternativa potresti:

Usare gli autobus: ogni giorno ci sono 3 autobus diversi che collegano Kalambaka al Monastero di Megalou Meteorou. Tutti si fermano in ogni parcheggio (4 in totale).

Usare uno scooter a noleggio: questa potrebbe essere un’ottima opzione a meno che il tempo non sia brutto.

A piedi: ci sono diversi percorsi escursionistici che consentono ai turisti di osservare bene Meteora da luoghi irraggiungibili in auto. Sulla mappa che può essere trovata in ogni hotel, i sentieri sono indicati con linee e punti neri tracciati.

Prendere un taxi: i costi possono variare. Informati sulle tariffe una volta arrivato sul luogo.




 

Come arrivare a Meteora

L’essere situato proprio nel cuore della Grecia continentale rende molto facile raggiungere Meteora. Questo luogo unico ha una connettività eccezionale e distanze relativamente brevi dalla maggior parte dei principali centri abitati e luoghi turistici della Grecia.

Meteora è anche ideale da utilizzare come punto di partenza per escursioni giornaliere ed escursioni ad antichi siti macedoni come il Monte Olimpo, Pelio e Volos, Delfi e molti altri luoghi. Ci sono 3 modi principali per arrivare qui: in treno, in autobus e in auto.

In treno

Una stazione si trova ai piedi di Meteora nella città di Kalambaka. È accessibile dalle stazioni ferroviarie di Atene (4h 30), Salonicco (2h 30), Larissa (1h 30), Volos e Trikala (15 min) ogni giorno. È possibile visualizzare gli orari e prenotare i biglietti sul sito Web OSE.

In autobus

Gli autobus KTEL partono regolarmente da Atene (5h 30), Patrasso, Salonicco (2h 30), Ioanina (2h), Delfi, Volos (3h) o Corfù. È possibile consultare gli orari e prenotare sul sito Web KTEL Trikalon.

In macchina

Il sito è facilmente raggiungibile da Atene (circa 5 ore di macchina), Ioannina e Salonicco (circa 2h30). È una tappa superba ed essenziale se si visita la Grecia settentrionale.

Se vieni da Atene, ti consigliamo, se ne hai il tempo, di fermarti per un giorno a Delfi sulla strada per Meteora. Questo ti farà scoprire un altro sito assolutamente bellissimo.





Quando visitare Meteora

Se stai usando un’auto a noleggio o qualsiasi mezzo di trasporto pubblico, possiamo dire che un giorno intero è più che sufficiente per visitare tutti i monasteri di Meteora. Se intendi visitare tutta la valle e anche i monasteri abbandonati allora forse avrai bisogno di qualche giorno in più.

Meteora regala panorami spettacolari in ogni stagione e in ogni momento, con diversi tratti e numerose tonalità colorate. L’estate è una bellissima stagione per visitare il sito ma significa anche incontrare una grande quantità di persone. Per godere di un Meteora meno affollato, cerca di evitare l’alta stagione; farai meno code fuori dai monasteri e dai punti panoramici.

Un’altra stagione ottimale per visitare Meteora è l’autunno. I colori classici di questa stagione contribuiscono a rendere Meteora ancora più bella. L’unico problema della bassa stagione turistica riguarda i giorni e gli orari di chiusura. 

I monasteri ortodossi sulle montagne a Meteora, Greccia
Cosa vedere a Meteora, Tessaglia, Grecia

3 COMMENTS

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here